Autore: Flavio Venturelli

Sticky post

Nuova interrogazione parlamentare

Nuova interrogazione parlamentare sul rilascio da parte dei comuni delle C.I.E. per residenti all’estero. Il 24 gennaio l’on. Federica Onori, eletta all’Estero per il Movimento 5 Stelle, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta, che si può leggere qui: >>>

L’on. Onori cita esplicitamente la nostra mobilitazione. Si legge nel testo: “come evidenziato anche dal comitato «MobiltiamoCIE» costituitosi in Stoccarda a giugno 2023, si constata che purtroppo la procedura di rilascio presso la rete consolare risulta di fatto limitata in quanto caratterizzata da endemiche situazioni di ritardo, come risulta da numerosissime testimonianze di cittadini in difficoltà

È la quarta interrogazione sul tema, dopo quelle degli onorevoli Di Sanzo e Ricciardi e del sen. Crisanti.
Che sia la volta buona per ottenere non diciamo a C.I.E., ma almeno una risposta a sei milioni di cittadine e cittadini che vivono all’estero?

Sticky post

Il CGIE appoggia all’unanimità la nostra petizione

Lo scorso venerdì 23 giugno, il CGIE – Consiglio Generale degli Italiani all‘Estero ha approvato all’unanimità un ordine del giorno in appoggio alla petizione MobilitiamoCIE.

Il Consiglio Generale degli Italiani all‘Estero è il massimo organo rappresentativo degli italiani nel mondo. Si forma dopo l’elezione dei Com.It.Es. e si riunisce in assemblee plenarie a Roma. Nel periodo 2016-2022 si era occupato del rilascio della Carta d’Identità Elettronica (CIE) da parte dei Comuni ai residenti all’estero temporaneamente in Italia.

L’ordine del giorno approvato comincia con queste parole: “Il CGIE fa propria la recente petizione, lanciata da Stoccarda dal Comitato ‘MobilitiamoCIE’ tramite il portale change.org, a favore di un rilascio della Carta d’Identità Elettronica (CIE)”. Segue poi il testo della petizione online lanciata da MobilitiamoCIE.

MobilitiamoCIE non può che esprimere soddisfazione per aver il voto unanime del CGIE e ringrazia Maria Chiara Prodi per aver preso contatto con il Comitato promotore della petizione e per aver presentato con convinzione l’ordine del giorno. È un segnale che sembra avvicinare rispettivamente le comunità italiane che vivono all’estero, rappresentanti e istituzioni, come purtroppo spesso non sembra avvenire.

Lo sforzo resta ora quello di raccogliere il maggior numero di firme possibili per dimostrare alle autorità competenti quanto pressante sia il bisogno di accedere a lo documento di riconoscimento elettronico da parte dei circa sei milioni di concittadine e concittadini che vivono all’estero.

Il comitato MobilitiamoCIE si è costituito nel giugno 2023 per ottenere che anche i Comuni italiani vengano autorizzati a rilasciare la Carta d’Identità Elettronica (CIE) a chi vive stabilmente all’Estero e si trovi di passaggio in Italia. Per firmare la petizione online e per saperne di più leggi il nostro sito.

Copyright © 2024 MobilitiamoCIE

Theme by Anders NorenUp ↑